La Comunità del Triennio teologico

«La tappa degli studi teologici, o configuratrice, è finalizzata in modo particolare alla formazione spirituale propria del presbitero, dove la conformazione progressiva a Cristo diviene una esperienza che suscita nella vita del discepolo i sentimenti e i comportamenti propri del Figlio di Dio; al contempo, essa introduce all’apprendimento di una vita presbiterale, animata dal desiderio e sostenuta dalla capacità di offrire se stessi nella cura pastorale del Popolo di Dio. Questa tappa permette il graduale radicamento nella fisionomia del Buon Pastore, che conosce le sue pecore, dona per esse la vita e va alla ricerca delle pecore che sono al di fuori dell’ovile (cfr. Gv 10, 14-17). Il contenuto di questa tappa è esigente e fortemente impegnativo. Si richiede, infatti, una responsabilità costante nel vivere le virtù cardinali, quelle teologali e i consigli evangelici, e nell’essere docili all’azione di Dio tramite i doni dello Spirito Santo, secondo una prospettiva prettamente presbiterale e missionaria; nonché una graduale rilettura della propria storia personale, secondo un coerente profilo di carità pastorale, che anima, forma e motiva la vita del presbitero» (Ratio fundamentalis, 69).

Dinamiche formative Comunità configuratrice – Triennio teologico
In ascolto della Parola Gv 6,1-13
obiettivo Configurazione a Cristo povero-casto-obbediente e ministerialità ecclesiale:

il sacerdote uomo della Parola (munus profetico), dell’Eucaristia (munus sacerdotale), della carità (munus regale)

virtù speranza (Benedetto XVI, Spe salvi)
impegno povertà (Pdv 30) – castità (Pdv 29)
formazione

umana

 

 

 

 

 

– spirituale

 

 

 

– intellettuale e teologica

 

 

 

 

– pastorale

 

– distacco dal fascino dei beni e dei ruoli

– decentrarsi: dall’io al tu

– sufficiente dominio di sé

 

 

– spiritualità

o    biblica

o    eucaristica

 

– integrazione tra:

·         sapere teologico,

·         vita teologale

·         vissuto pastorale

 

– passione pastorale: il presbitero “discepolo missionario” (EG 24)

esperienza pastorale

–          in seminario

 

–          in parrocchia

 

 

– ospedale, carcere, mensa

 

– in parrocchia: gruppi giovanili, cresima

rito Lettorato, Accolitato, Diaconato
testimoni S. Ignazio di Lojola, Paolo VI, Gregorio Magno
esperienze estive esperienze di vita comune, missione ad gentes, convegni, mese ignaziano